L’importanza del nostro albero genealogico

Scritto da Dario Urzi il 21 feb., 2010, su Scuola del Benessere

 Ogni giorno noi usiamo forze immense come i dormienti. Ciò che noi facciamo e pensiamo è colmo dell’essere dei padri e degli avi. (Walter Benjamin)

L'immenso albero della nostra genealogia

L'immenso albero della nostra genealogia

E’ del tutto logico pensare che la maggior parte delle difficoltà che incontriamo nella nostra vita sin dal primo giorno in cui veniamo al mondo siano ostacoli che compaiono accidentalmente, per sfortuna o per destino, un casuale intralcio o un improvviso sbarramento lungo il cammino della nostra esistenza. E se così non fosse?

Certo molto dipende dal nostro patrimonio e dalla nostra storia genetica. Ciascuno di noi nasce infatti con un corredo genetico ben definito che deriva dall’incontro e dalla fusione di due corredi genetici diversi: quello di nostra madre e quello di nostro padre.

Ma a sua volta il patrimonio genetico di ciascuno dei nostri genitori deriva dall’incontro e dalla fusione dei corredi genetici dei loro genitori, ovvero dei nostri due nonni paterni e dei nostri due nonni materni. Da questi quattro nonni passiamo agli otto bisnonni, ai sedici trisnonni, ai trentadue quadrisnonni e così via. Tutte queste persone, come moltissime altre che sono venute su questo mondo prima di loro, sono in qualche modo presenti in noi, sono presenti dentro di noi, sono presenti grazie a noi. Allo stesso modo di come noi siamo presenti grazie a loro.

Sin dagli albori dell’umanità la maggior parte delle nostre caratteristiche genetiche si sono trasmesse di generazione in generazione, modificandosi nel corso del tempo sino a generare ciò che noi siamo, la nostra unica ed irripetibile individualità. Ma queste caratteristiche genetiche sono giunte sino a noi grazie alla nascita ed alla morte di tante persone, ed è grazie ad esse che la nostra esistenza è oggi resa possibile.

Se ci poniamo in piedi ad occhi chiusi ad ascoltare la presenza alle nostre spalle del nostro albero genealogico e di tutte le persone da cui abbiamo avuto origine e che ci hanno preceduto nella vita su questa terra ci rendiamo subito conto di quanto tutto questo sia vasto e di quanto lontano si spinga indietro nel tempo, affondando le sue radici nel buio delle nostre origini più lontane, nella notte dell’indifferenziato. 

Se solo una delle persone del nostro albero genealogico non fosse esistita, anche se collocata lontano nel tempo rispetto a noi di molte e molte generazioni, noi non esisteremmo. Non esisteremmo noi così come siamo, con la nostra unica e irripetibile individualità, frutto del nostro albero e della sua storia, della nascita e della morte di migliaia e migliaia di persone che sono esistite prima di noi e che sono presenti dentro di noi e nella materia di cui siamo fatti in modo molto più forte, ricco e consistente di quanto mai potremmo immaginare.  Sono presenti con la loro storia, con le loro esperienze di vita, con le loro gioie ed il loro dolori, con le loro emozioni, le loro passioni, le loro paure e i loro desideri. 

Ecco perché  la nostra unica ed irripetibile individualità non è solamente frutto della nostra storia genetica, della nostra “materia genetica”. C’è molto altro, molto altro ancora.

:, , , ,
Nessun commento ancora ...

Lascia un commento