Archive for novembre, 2009

Il senso delle nostre piccole abitudini

Scritto da Dario Urzi il 21 nov, 2009, su Medicina della Consapevolezza

dsc_2342-copia2-compLeggo dalle splendide e intensissime pagine del libro “Essere nel presente” di Marina Borruso: “Non sottovalutate le piccole abitudini. Quelle di cui vi sembra di non poter fare a meno. Quei cinque minuti di riposino, quella tazza di caffè al mattino con lo stesso numero di cucchiaini di zucchero. E guai se non sono esatti, se il caffè non ha la temperatura giusta, se qualcuno osa disturbarmi in quei minuti di riposo! E’ proprio la reazione che abbiamo quando non possiamo avere le nostre piccole abitudini a rilevarne la dipendenza e quindi la sofferenza latente dietro l’abitudine. A volte sembra proprio che diciamo a noi stessi: non mi resta che questo e non me lo lasciano! Povero me!

(continua la lettura…)

Lascia un commento :, , Continua...

Prima del parto, nel ventre di nostra madre

Scritto da Dario Urzi il 15 nov, 2009, su Scuola del Benessere

“Il parto e tutto ciò che accade in quei mesi che precedono la nascita, segna il cammino che percorreremo nella nostra vita. Ogni avvenimento, ogni comportamento dei nostri genitori e delle persone vicine ha un senso che comprenderemo solamente quando la nostra consapevolezza si risveglierà. La percezione di chi siamo e di che cosa possiamo aspettarci dal mondo nel quale stiamo entrando si registra mentre stiamo vivendo quelle esperienze. Sono percezioni, quelle esperienze vissute, che non possiamo certo ancora chiamare idee, sono un profondo sentire che verrà poi tradotto e fissato in idee ed emozioni. L’ego, l’idea di chi siamo, comincia proprio a originarsi da quelle primissime esperienze”. (da “Essere nel Presente” di Marina Borruso)

Ma qualcosa mi permetto di aggiungere a queste vive, potenti e illuminanti parole di Marina Borruso.

Noi tutti pensiamo che il nostro nome e il nostro cognome, Dario Urzi, il vostro nome come il mio, ci siano stati dati nel giorno in cui siamo nati. Ma il nostro nome e il nostro cognome, un’identità e una storia a cui appartenere, esistevano già, ben prima della nostra nascita. 

(continua la lettura…)

Lascia un commento :, , , , , Continua...

L’esperienza di una cena “Consapevole”

Scritto da admin il 10 nov, 2009, su Medicina della Consapevolezza

Troppo spesso i momenti in cui ci alimentiamo sono frugali, consumati giusto per non “morire di fame” durante una pausa che di “pausa” ha solo il nome, con la mente già orientata a quello che si deve fare dopo, oppure guardando TV o facendo tutt’altro che prestare attenzione a quello che si sta facendo.

Eppure esiste un’altra possibilità: un ascolto vero, un sentire fatto di istanti che si susseguono uno dopo l’altro, dove l’atto di mangiare è un tutt’uno con l’Essere che si sta alimentando.

E in pratica … cosa vuol dire ?
Vi racconto la mia mia esperienza del 12/10/09

La cena “in teoria” non era un granchè visto che il luogo era un Ristò di Milano, e il menù delle verdure cotte, un po’ di carote e pomodori crudi, degli Hamburger e, come frutta ananas mirtilli e kiwi. Dico in “in teoria” perchè il solo fatto di decidere consapevolmente di voler prestare attenzione a ogni singolo senso l’ha trasformato in qualcosa di unico. (continua la lettura…)

Lascia un commento :, , Continua...